Seggiolino Auto 2017 Legge e Normativa

seggiolini auto 2017 normativa leggeViaggiare sicuri è importante, soprattutto quando c’è un bambino in auto.

Questo deve essere posizionato su di un apposito seggiolino, che deve essere omologato.

La vecchia legge cambia e per capire come deve essere e fino a che età va utilizzato è fondamentale leggere qualche informazione circa il seggiolino auto e la normativa del 2017.

La legge ed il codice stradale sono infatti le fonti che ti daranno tutte le informazioni necessarie per viaggiare in sicurezza con il tuo bimbo, godendoti a pieno ed in tranquillità ogni momento che passerete insieme.

 

Nessuna modifica all’art. 172

Devi sapere che la nuova normativa del 2017 non prevede nessun tipo di modifica all’articolo 172.

La priorità assoluta resta quindi la sicurezza del bambino, infatti la normativa prevede che ogni bimbo, che abbia un’altezza inferiore a 1,50 metri debba essere posizionato su di un seggiolino, che deve essere omologato in base al suo peso.

 

La normativa R44/04

Dal gennaio di quest’anno sono entrate in vigore però delle modifiche alla normativa R44/04.

Per l’uso del seggiolino auto queste modifiche hanno inserito dei nuovi articoli, che prevedono l’uso, per bambini che abbiano un’altezza inferiore ai 125 cm, di uno schienale aggiuntivo, che permetta al bambino di stare in una posizione più corretta e sicura per l’uso della cintura di sicurezza.

I modelli di seggiolino senza schienale non scompariranno però dal mercato immediatamente, ma resteranno in commercio ancora per un po’ e potranno essere utilizzati per bimbi più alti.

Nelle aggiunte alla normativa si parla però soltanto di altezza e non c’è nessun riferimento circa alle fasce di peso per le quali si prevederà la sua applicazione. Fai sempre attenzione all’uscita di nuove norme, circa la circolazione in auto dei bambini, per evitare di incorrere in multe, che sono anche legate alla decurtazione di punti sulla patente.

 

La normativa R129

Per il seggiolino, la normativa 2017, è entrata in vigore la seconda fase della normativa R129.

Questa, la cui parte precedente risale al 2013, è chiamata con il nome di I-Size e si occupa di seggiolini per auto, con istallazione ISOFIX, che sono necessari dalla nascita fino che il bimbo non raggiunge l’altezza di 105 cm.

Nell’estate del 2017 è entrata in vigore anche la seconda parte, la normativa R129-02, che prevede seggiolini anche per bimbi dai 100 ai 150 cm di altezza, che devono essere forniti anche di uno schienale.

In Italia il limite in altezza resta fissato ai 150 cm, ma in altri paesi l’obbligo si ferma ai 135 cm. In pratica il riferimento su cui ci si dovrà basare, al momento dell’acquisto del supporto, non si andrà più a basare sul peso, ma andrà invece a basarsi anche sull’altezza del bambino.

 

Basta con il rialzo in auto

Con la nuova normativa che va a regolare l’uso dei seggiolini auto, si dice stop ai rialzi.

Fino allo scorso anno questi, che sono delle specie di “cuscini” da appoggiare sul sedile dell’auto, erano consentiti per bambini che superavano i 22 chili di peso.

Questi però erano pericolosi, in caso di incidenti, perché quando i bimbi si addormentano tendono ad assumere posizioni a dir poco assurde.

Evitando le alzatine il bambino potrà usare le cinture di sicurezza, che lo tuteleranno in caso di incidente, anche se nel frattempo dovesse essersi addormentato.

 

Prima dell’acquisto controlla il codice di omologazione del seggiolino

Il seggiolino auto, come prevedono tutte le normative del nostro stato, deve essere omologato.

Il codice di omologazione, per i seggiolini prodotti prima del 1995, che adesso sono diventati fuorilegge era ECE R44/01 e R44/02. Quelli che invece sono legali, in base a cosa indicato nella nuova normativa riportano i codici ECE R44/03, ECE R44/04 e i-Size (UN R129). Questi fanno ancora riferimento al peso del bambino, mentre i modelli omologati R129 sono invece quelli che hanno riferimenti in base all’altezza. La normativa europea attuale raggruppa i seggiolini in gruppi:

 

Multe salate e sospensione della patente

La normativa 2017, prevede multe salate e sospensione della patente per chi non rispetta le regole.

Le sanzioni vanno dagli 80 fino ai 323 euro, ma se neppure queste dovessero essere un utile deterrente, se beccati di nuovo senza il seggiolino si passa alla sospensione della patente, per un periodo che può variare dai 15 giorni fino ai 2 mesi. Non deve però essere il rischio della multa o del ritiro della patente a farti posizionare il tuo bimbo su di un seggiolino, infatti la sua sicurezza deve venire prima di tutto.

Se il tuo bimbo pesa 22 kg potrai trasportarlo usando un seggiolino di classe 3, ma non essendoci vincoli di altezza, potrai usarlo fino a che non raggiungerà i 150 cm di altezza. Se ti dovesse essere contestata una multa, in questo caso, quindi potrai fare ricorso.

Lascia un commento:

Leave a Comment: